Self Publishing: Come guadagnare scrivendo manuali e guide

Self Publishing: come guadagnare scrivendo manuali e guide

Dopo l’articolo della scorsa settimana, dedicato a chi vuole guadagnare scrivendo libri di narrativa, concentriamoci invece sul self-publishing di manuali e guide.

Se scrivere un libro di narrativa richiede creatività, fantasia, uno stile di scrittura che sia il più possibile coinvolgente ed ha lo scopo sostanziale di intrattenere il lettore la scrittura di manuali necessità invece, per essere vincente, di soddisfare tre caratteristiche principali, vediamole insieme.

Le caratteristiche di un manuale di successo

1) Deve soddisfare un’esigenza: se l’esigenza che soddisfa un libro di narrativa è piuttosto semplice, quella del lettore di essere intrattenuto, il compito di un manuale è sicuramente più complicato dato che l’esigenza da soddisfare è quella di risolvere un problema.

Chi acquista un manuale ha infatti sempre un problema da risolvere, che può essere di qualsiasi tipo, “Come installare WordPress”, “Come superare la timidezza”, “Come trovare un lavoro”, “Come diventare uno scrittore”, “Come conquistare la ragazza o il ragazzo dei propri sogni”, etc. Dove non esiste un problema da risolvere non può esistere un manuale o una guida e più è “sentito” il problema da parte dei potenziali lettori maggiori saranno le possibilità di vendere il vostro prodotto.

Una guida su “Come vincere al Fantacalcio” ha infatti un numero potenziale di lettori vastissimo, ma in quanti sarebbero realmente disposti a spendere dei soldi per acquistarla? E anche chi lo fosse quanto potrà essere disposto a spendere per acquistarla?

Di contro un libro che insegni a scrivere il cv perfetto va a toccare un tema molto sentito come quello della ricerca del lavoro, e quindi ha molte più possibilità di essere acquistato e di essere pagato una cifra più congrua rispetto a quella del libro sul Fantacalcio.

2) Deve fornire un valore superiore a quello che si può trovare gratuitamente su Internet: questo punto è molto importante perché se da un lato è vero che Internet è la patria del “tutto gratis” è anche vero che molto spesso il materiale che vi si trova non è sufficientemente approfondito, anzi spesso si trovano una serie di articoli scritti principalmente per guadagnare qualche soldo con il proprio sito piuttosto che per dare reale valore al lettore. E questa da un certo punto di vista è una fortuna per chi scrive manuali soprattutto perché più è sentita l’esigenza che dovrete andare a soddisfare maggiore sarà il bisogno di approfondimento che il potenziale lettore starà cercando.

3) Deve essere scritto in maniera chiara e semplice: spesso si pensa che uno stile di scrittura ricercato e un po’ pomposo possa servire per dare un tocco di classe alle proprie opere. Niente di più sbagliato! Abbiamo visto che chi compra un manuale ha già un problema da risolvere e lo vuole fare nella maniera più semplice possibile, che di certo non comprende il rileggere 5 volte quello che avete scritto per riuscire a comprenderlo. I problemi che cercate di risolvere con il vostro manuale hanno già le loro complessità e non dovrete certo essere voi ad aggiungerne di ulteriori, anzi. Anche il manuale tecnico più complicato al mondo si può scrivere cercando di semplificare i concetti ed i passaggi. Resterà probabilmente incomprensibile ai non addetti ai lavori ma il vostro potenziale pubblico apprezzerà.

 

Non riuscire a soddisfare anche solo una di queste tre caratteristiche renderà molto difficile ottenere il successo e vendere più di qualche copia, perché un manuale che non soddisfa un’esigenza non interessa a nessuno, un manuale che non fornisce vero valore magari venderà qualche copia ma genererà un sacco di richieste di rimborso o recensioni negative ed infine un manuale scritto in maniera poco comprensibile non verrà realmente letto e non genererà vendite grazie al passaparola, sia su internet che nel mondo reale.

Fatta questa premessa vediamo insieme come e dove pubblicare il vostro manuale.

Self-publishing: come e dove pubblicare il vostro manuale

Se per la scrittura di libri di narrativa le opzioni per la pubblicazione erano tre per i manuali mi sento di dire che sono solamente due quelle consigliate. Ovviamente sul web è possibile trovare anche altre alternative ma le due che sto per analizzare sono a mio modo di vedere di gran lunga le più efficaci: vendere il proprio manuale tramite il proprio sito oppure pubblicarlo con Amazon Kindle Direct Publishing, e partiamo proprio da quest’ultima modalità con la nostra analisi.

Vendere manuali con Amazon Kindle Direct Publishing

Senza ripetere quanto già detto nell’articolo della scorsa settimana pubblicare un libro con Amazon KDP è quanto di più semplice ci sia al mondo: si scrive il proprio manuale, lo si formatta secondo le linee guida fornite da Amazon, lo si carica sul sito Amazon. Una volta compiuti questi semplici passaggi si sceglie il prezzo di vendita e dopo pochi minuti la propria opera è online e disponibile per un numero vastissimo di lettori.

Quali sono i PRO e i CONTRO di questa modalità di vendita?

PRO:

  • l’estrema semplicità di pubblicazione
  • l’assenza di gestione del post vendita che è interamente in capo ad Amazon
  • nessun costo di pubblicazione, solo una percentuale trattenuta dalle vendite
  • l’inserimento nella più grande libreria online al mondo

CONTRO:

  • la difficoltà di emergere tra la vasta offerta di Amazon
  • la forte connessione tra le recensioni ricevute e le vendite, soprattutto agli inizi
  • scarse possibilità di fidelizzare i propri lettori e contattarli successivamente in caso di rilascio di un nuovo manuale
  • forte concorrenza sul prezzo e difficoltà di valorizzare la vendita del proprio prodotto

Come è facile notare quindi i PRO e i CONTRO della pubblicazione con Amazon KDP sono in alcuni casi strettamente collegati tra loro. Come è logico vedere il proprio titolo inserito in una libreria sconfinata come quella di Amazon permette di avere potenziali clienti che sono soliti utilizzare questa piattaforma e che sono quindi acquirenti abituali di ebook ma, al tempo stesso, si dovrà fare i conti con una concorrenza molto forte e che spesso punta sul prezzo. Ed una competizione di questo tipo diventa difficile da superare quando non si ha la possibilità di valorizzare adeguatamente la propria creazione.

A chi è consigliata la vendita di manuali tramite Amazon KDP?

L’utilizzo di questa piattaforma di pubblicazione e vendita è a mio modo di vedere decisamente consigliata per chi vuole pubblicare una serie di manuali o guide su argomenti molto specifici e slegati tra loro da vendere ad un prezzo molto contenuto (0,99€ o 1,99€).

In questo modo si può puntare sulla quantità, realizzando manuali che abbiano anche un buon livello qualitativo ma che non avranno un livello di approfondimento troppo elevato.

“Come creare un sito WordPress in 24 ore”, “Trasferirsi a Londra”, “Come curare e far crescere il proprio bonsai” sono solo alcuni degli esempi di guide che si possono scrivere e vendere con Amazon KDP. Micro-argomenti specifici e rispetto ai quali non pensate di essere in grado di scrivere ulteriori guide in futuro.

Se invece il vostro manuale copre solo una parte dell’argomento più grande che volete trattare la modalità di vendita più indicata è senza dubbio quella diretta tramite il vostro sito. Vediamo insieme perché.

Vendere manuali tramite il vostro sito

Rispetto alla pubblicazione con Amazon KDP questa modalità di vendita è sicuramente più complicata e necessità di un maggiore investimento in termini di tempo ma, al tempo stesso, è anche quella che nel lungo periodo può portare il profitto maggiore. A livello tecnico si crea il manuale, lo si trasforma in formato pdf per poi metterlo in vendita tramite il proprio sito o blog. Per la gestione delle transazioni ci si può affidare a diverse piattaforme e, come abbiamo visto per i libri di narrativa, e-junkie è sicuramente la mia prima scelta visto il costo molto ridotto (5$ al mese indipendentemente dal numero di download) ed il fatto che si tratta di un servizio attivo da anni e molto affidabile.

Quali sono i PRO e i CONTRO di questa modalità di vendita?

PRO:

  • possibilità di creare una lista di lettori che hanno acquistato il vostro manuale
  • grazie alla valorizzazione della propria figura possibilità di vendita a cifre più consistenti
  • nessuna commissione da riconoscere sul prezzo di vendita
  • minor comparabilità rispetto all’offerta del mercato

CONTRO:

  • gestione post-vendita interamente a proprio carico
  • maggiore difficoltà iniziale nel portare visitatori sul proprio sito
  • maggiore diffidenza iniziale all’acquisto da parte dei potenziali clienti
  • necessità di attività collaterali alla sola scrittura del manuale

A chi è consigliata la vendita di manuali tramite il proprio sito?

Vendere manuali tramite il proprio sito è la modalità migliore per chi è in grado di proporre contenuti di grande qualità inerenti argomenti che sia possibile espandere in futuro scrivendo altre guide e manuali.

Come detto la vendita diretta è quella che permette di ottenere nel lungo periodo le maggiori soddisfazioni a livello economico, perché un acquirente soddisfatto, che trovi del reale valore nel vostro manuale o guida, sarà un potenziale (e probabile) acquirente della vostra prossima opera, soprattutto perché grazie alla lettura del vostro sito e delle vostre email saprà dell’uscita del nuovo manuale e, se avrete fatto un buon lavoro, addirittura potrebbe non vedere l’ora di comprarlo.

Inoltre realizzare una guida che rispetti i le caratteristiche descritte in apertura, e che quindi generi del valore per il cliente, farà in modo che il prezzo diventi un fattore secondario. Per questa ragione una delle modalità più utilizzate in questo mondo è quella della creazione di un breve report gratuito (freebie), che serva come gancio per catturare l’indirizzo email del proprio futuro cliente ed al tempo stesso farsi conoscere ed apprezzare tramite l’invio periodico di email con contenuti di interesse dell’utente (quindi assolutamente vietato spammare). Questo processo porta ad una una seconda fase nella quale ci sarà la possibilità di offrire alla propria lista l’acquisto di prodotti a pagamento, generalmente dal prezzo crescente.

Mi sembra evidente come una modalità di questo tipo richieda molto più lavoro rispetto alla sola creazione del manuale e alla sua messa in vendita su Amazon. Ma se si è molto esperti in un campo è sicuramente del tempo ben speso quello passato a crearsi un nome, una reputazione ed una lista di clienti.

Quanto si può guadagnare

Nel mondo della pubblicazione dei manuali e delle guide i guadagni sono difficilmente stimabili a priori e variano in maniera significativa a seconda della modalità di self-publishing scelta.

Utilizzare Amazon KDP richiede la pubblicazione di un numero abbastanza consistente di manuali per poter generare un profitto che sia interessante. Ovviamente esiste sempre il caso della pubblicazione di un manuale che si tramuta in una miniera d’oro perché tratta l’argomento giusto al momento giusto, ma per fare una stima dei propri futuri guadagni è sempre meglio considerare uno scenario intermedio fatto di tanti manuali che guadagnano qualche decina (o centinaia) di euro al mese.

La pubblicazione diretta dei propri manuali è invece come abbiamo visto molto più scalabile, permettendo di ottenere con il passare del tempo dei risultati molto più elevati e soprattutto molto più prevedibili. Uno scrittore che abbia una lista di 5.000 potenziali lettori e che scriva un manuale su un argomento che sa essere di loro interesse potrà fare un business plan più dettagliato e prevedere in anticipo il profitto derivante dal lancio del libro, anche solo considerando l’offerta ai componenti della propria lista.

Senza andare negli USA anche in Italia esiste chi con questa modalità riesce a generare decine di migliaia di euro al mese. Ci tengo a specificare come queste cifre siano raggiungibili solo con il tempo e con il duro lavoro, chiunque vi dica il contrario vi sta mentendo.

Conclusioni

Guadagnare scrivendo manuali e guide è sicuramente possibile e alla portata di tutti, basta essere in possesso di tanta voglia di fare e soprattutto di riuscire a creare valore per i potenziali lettori.

Come si è sicuramente intuito da quanto scritto la vendita diretta è sicuramente quella sulla quale puntare per raggiungere i risultati migliori, ma nulla vieta di sovvertire quelli che sono i suggerimenti ed utilizzare unicamente Amazon KDP, oppure di usufruire di questo servizio per la pubblicazione del primo manuale. In questo modo è possibile fare il primo passo nel mondo del self-publishing in maniera light e, piano piano, strutturarsi per passare alla vendita diretta.

Le opportunità sono tante ma, per quanto il mondo del self-publishing possa sembrare ostico ad uno sguardo dato dall’esterno, l’azione veramente importante, quella che fa la differenza, è compiere il primo passo e creare il proprio manuale o la propria guida. Il resto è solamente un processo fatto di tentativi, errori e costante miglioramento, con lo scopo di giungere finalmente al proprio obiettivo di guadagno e di realizzazione personale.

®RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

3 Comments

  • Nives

    Reply Reply giugno 23, 2015

    Grazie Riccardo per questo bellissimo articolo, dettagliato e ben strutturato come sempre.
    Vorrei chiederti però un consiglio. Quando parli di pubblicare la guida direttamente dal proprio sito dai per scontato che si sia già ottenuta una visibilità tale da poter raggiungere un numero consistente di lettori, invece per chi è alle prime armi cosa consigli per pubblicizzare la propria guida? Una pagina su FB per esempio potrebbe aiutare a raggiungere più potenziali acquirenti?
    Grazie

    • Riccardo Fortuna

      Reply Reply giugno 23, 2015

      Ciao Nives, grazie per i complimenti! Allora, dipende molto dall’argomento del manuale e da quanto questo sia targettizzabile con la pubblicità di Facebook. Perché una pagina di vendita fatta come si deve ed un pubblico targettizzato raggiungibile tramite Facebook ADS possono portare grandi risultati. Se invece non è questo il caso il lavoro da fare può essere quello che passa per i social, non solo dalla tua pagina ma anche facendoti conoscere in forum, gruppi etc. che trattano l’argomento. Chiaramente senza fare spam.. Però partecipando alle discussioni e, prendo ad esempio i forum, mettendo il link della tua pagina di vendita nella firma. Questo metodo richiede tanto tempo e tanta pazienza, come per tutti i tipi di crescita “organica”. In alternativa puoi pensare ad una collaborazione con qualche “guru” del tuo settore che abbia già una lista. Se ritiene che il tuo materiale sia di qualità potrebbe essere interessato a promuoverlo ai propri iscritti chiedendoti una percentuale sulle vendite o una cifra fissa. Quest’ultima modalità è molto efficace se ti rivolgi alla persona giusta. Chiaramente più è conosciuto il personaggio al quale ti rivolgi maggiore dovrà essere il livello qualitativo del tuo manuale e anche la % o la somma fissa che ti verrà richiesta.

Leave A Response

* Denotes Required Field