Non è mai troppo tardi

Non è mai troppo tardi.. per iniziare il tuo cammino

Quante volte avreste voluto fare qualcosa ma avete pensato “ormai è troppo tardi, l’hanno già fatto in troppi” e tutte le varianti di questa frase che vi possono venire in mente?

Non fa differenza che si tratti di aprire il vostro blog o il vostro sito internet, di partire con una vostra attività, di scrivere un libro, di lasciare il vostro lavoro e fare il giro del mondo oppure di iscrivervi all’università. Ragionare in questo modo, pensando sempre di essere in ritardo per poter passare all’azione, è uno dei trucchi che la paura utilizza con la nostra mente per non farci uscire dalla zona di confort nella quale viviamo tranquilli, sereni e leggermente insoddisfatti.

E purtroppo la nostra mente molte volte cade in questo tranello ed inizia a convincersi che sia veramente troppo tardi e che quindi sarebbe inutile anche solo provarci, anzi, addirittura che il fatto di non agire, di restare fermi serve ad evitare un fallimento sicuro.

Come sempre per mostrarvi come questo modo di ragionare sia assolutamente sbagliato e deleterio vi voglio portare l’esempio di un’esperienza che ho vissuto in prima persona.

Non guadagnare con Internet perché è sempre “troppo tardi”

Da quando nel 1996 ho iniziato a navigare su Internet (all’epoca si pagava ancora addirittura l’abbonamento annuale solo per potersi connettere) ho sperimentato ed analizzato la maggior parte dei metodi per guadagnare online, molte volte ovviamente senza ottenere un successo che non fosse quello di arricchire la mia conoscenza per il tentativo successivo.

Tra alti e bassi, tra tentativi riusciti e tentativi falliti nel 2008, mi sono imbattuto nella compravendita dei domini internet. Avevo già sentito parlare diverse volte di questo argomento ma non l’avevo mai approfondito seriamente, almeno fino ad allora. La scintilla scoccò per via del racconto di un amico che era riuscito a vendere per una cifra molto importante un dominio che aveva pagato pochi euro.

Per chi non ne sapesse nulla si tratta, molto in sintesi ed in maniera molto poco tecnica, dell’attività di compravendita degli indirizzi internet sui quali vengono poi sviluppati i siti (giusto per intenderci crescitapersonale.tv è un dominio con estensione .tv). Quindi si registra o si compra un indirizzo sperando poi di rivenderlo ottenendo un profitto. Questa attività non è da confondersi con il cybersquatting, ossia la registrazione di indirizzi contenenti un marchio registrato (ad esempio cocacola.it), che è invece una pratica illegale e che più che per guadagnare online serve per chi vuole perdere un po’ di soldi in qualche causa legale.

Comunque al di la degli aspetti tecnici della compravendita di domini, che non rappresenta l’oggetto di questo articolo, una cosa che notai subito fu come la maggior parte degli utenti dei forum o dei siti che trattavano l’argomento nel 2008 lamentavano pesantemente come il momento d’oro per registrare e vendere domini con profitto fosse ormai passato: “Ah se solo avessi iniziato nel 2000 quanti soldi avrei potuto fare”, “Magari potessi tornare indietro di qualche anno, ormai è troppo tardi per guadagnare”.

Nel frattempo gli anni sono passati e personalmente con studio, impegno e dedizione all’argomento sono riuscito a togliermi più di una soddisfazione in questo campo, mentre i “teorici dell’ormai è troppo tardi” andavano e venivano, nel migliore dei casi investendo qualche soldo attratti dai possibili guadagni salvo poi abbandonare dopo qualche mese.

Arrivati al 2015 la cosa veramente divertente è che chi si affaccia oggi a questo mondo molto spesso dice “Ah, se solo avessi iniziato 5 o 6 anni fa.. Allora si che c’era la possibilità di guadagnare, non come adesso”… Quel 2008 che all’epoca sembrava essere “già troppo tardi” era diventato, 7 anni dopo, l’età dell’oro.

E tra 7 anni ci sarà sicuramente qualcuno che si lamenterà per gli stessi motivi e che rimpiangerà di non aver iniziato nel 2015 perché “A quei tempi tutto era più facile”.

Il messaggio di questo articolo è molto semplice e penso che l’abbiate già capito: non è mai troppo tardi per iniziare a fare, seriamente, qualcosa.

Iniziare il proprio cammino, oggi

Se volete aprire il vostro sito internet la discriminante non è aprirlo oggi o averlo aperto qualche anno fa, ma la qualità del vostro lavoro, perché potrete anche fare un po’ di fatica in più essendo gli ultimi arrivati, ma se riuscirete a dare più di quanto non facciano i vostri concorrenti, ad impegnarvi di più, a produrre un risultato migliore riuscirete in ogni caso ad avere successo.

Se volete aprire un bar in una zona in cui ce ne sono già tanti non è detto che non possiate riuscirci. Certo vi dovrete differenziare dalla concorrenza, dovrete avere un piano preciso e molto ben ragionato, insomma dovrete studiare, pianificare e poi agire dando il 110% e diventando meglio della concorrenza. Ma non dovrete rinunciare a farlo perché è troppo tardi.

Questo non vuol dire gettarsi in qualsiasi avventura perché “tanto tutto andrà bene” ma semplicemente che le opportunità vanno colte o lasciate passare a seguito di analisi vere, che tengano in considerazione tutti gli aspetti e le possibilità di successo senza sottovalutare, ma al tempo stesso senza temere il fallimento.

E quando si vuole dare vita ad un proprio progetto è necessario partire proprio dall’analisi ed utilizzarla per migliorare la propria idea di base, che magari prenderà una direzione leggermente (o molto) diversa da quella ipotizzata inizialmente. Se il vostro sogno fosse quello di aprire un sito internet che parli di calciomercato, avendo però 500 euro totali di budget da investire nel progetto, una veloce analisi dei vostri competitor vi mostrerà immediatamente come questo non sia fattibile, perché vi trovereste a combattere contro giganti che hanno budget e risorse molto maggiori delle vostre. Ma invece un sito internet dedicato esclusivamente al calciomercato di una squadra di medio livello? Un’analisi potrebbe indicarvi che si tratta di una strada più facilmente percorribile (così come potrebbe indicarvi il contrario).

Allo stesso modo probabilmente lanciare un sito web dedicato al mondo della cucina e delle ricette e sperare di avere successo non è più ipotizzabile se non si ha un budget di tutto rispetto. Ma invece un sito sulla cucina vegana? O sulla cucina per celiaci? Solo l’analisi del mercato e di quello che potrebbe differenziarvi e rendervi migliori potrà darvi la risposta. In ogni caso bisogna sempre tenere a mente che è molto più facile pensare in grande, partire dal basso e crescere velocemente piuttosto che partire in grande ed avere successo.

Think big, start small, scale fast!

Insomma a guidare le nostre azioni deve essere l’analisi approfondita ed onesta del mondo che ci circonda e di quello nel quale ci vogliamo muovere. E una volta terminata la fase di studio l’unico modo per avere successo è fare il primo passo, muoversi e darsi da fare, oggi! Perché l’alternativa è quella di restare sul divano ad autoconvincersi di come si sia riusciti ad evitare un fallimento, non accorgendosi come il vero fallimento sia quello di non tentare.

 ®RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Leave A Response

* Denotes Required Field