La vita non è un gioco a somma zero (ma fortunatamente è nelle tue mani)

La vita non è un gioco a somma zero (ma fortunatamente è nelle tue mani)

Quante volte avete visto un film in cui il personaggio principale dopo poche scene subisce qualche ingiustizia che rovina la sua bellissima vita? E quante volte dopo un’ora e mezza di torti subiti la giustizia finalmente prevale ed il personaggio principale riesce a tornare ad una vita ancora più bella di quella iniziale, ottenendo così un risarcimento per i torti subiti?

La mia domanda è ovviamente retorica dato che la risposta la conosco già molto bene, e non può essere che “tante”.

Nella nostra cultura è infatti molto diffusa una visione utopica della vita secondo la quale ad un torto subito o ad un evento negativo debba necessariamente corrispondere un evento positivo che bilanci l’equilibrio tra il bene ed il male.

Tralasciando quelle che possono essere le vostre convinzioni per quanto riguarda ciò che accade dopo la morte, che non sono oggetto di discussione in questo sito, quello che si può affermare con certezza è che sul pianeta terra questo equilibrio tra eventi positivi e negativi non esiste al di fuori di Hollywood.

Se il vostro fidanzato o la vostra fidanzata vi hanno lasciato dopo avervi tradito con il vostro migliore amico non esiste una giustizia divina che farà si che voi possiate conoscere la persona perfetta che con il suo amore vi ripagherà di tutte le sofferenze subite.

Se avete investito male i vostri risparmi, perdendoli tutti o in parte, non recupererete con il prossimo investimento grazie all’intervento di una giustizia superiore, così come nel caso in cui abbiate perso una partita in qualsiasi sport per un colpo di sfortuna non vincerete la prossima partita grazie ad un colpo di fortuna.

Purtroppo invece molto spesso la nostra mente diventa inconsapevolmente vittima di questo meccanismo e, soprattutto quando le cose vanno male, ci si autoconvince che andranno meglio per il semplice fatto che ci meritiamo di meglio. Si genera così un’aspettativa per il futuro basata sul nulla più totale che spesso invece che spingerci ad agire porta a stare fermi in attesa che giustizia venga compiuta.

Come già visto però in un articolo precedente “Tu non sei speciale” e se nulla ti è dovuto da chi ti sta intorno figuriamoci dal destino.
Fino a questo punto vi ho dato solo brutte notizie ma, come già dice il titolo, esiste anche un lato positivo in tutta la questione che si può riassumere con la seguente affermazione:

La vita può essere un gioco a somma positiva

Come cambiare il corso del nostro destino

Il fatto che la vita non sia un gioco a somma zero non significa infatti che le cose debbano andare per forza male o che non si possa ottenere una compensazione per gli eventi negativi vissuti in precedenza.
Il cambio di mentalità che però va necessariamente fatto in un percorso di crescita personale è quello dal “dovuto” al “guadagnato“, dall’evento positivo che ci capita perché la vita ce lo deve all’evento positivo che noi stessi, con le nostre azioni, facciamo in modo che ci capiti.
Se il vostro fidanzato o fidanzata vi hanno lasciato causandovi grandi sofferenze invece di aspettare che arrivi il principe azzurro a cavallo a guarirvi dal vostro dolore analizzate il perché siete stati lasciati e mettetevi in testa che, anche considerando lo scenario migliore, quello in cui siete stati il fidanzato/a perfetto, almeno una colpa l’avete sicuramente avuta, ed è stata quella di scegliere la persona sbagliata. Se poi riuscite anche ad avere la lucidità di capire quali altri errori avete commesso sarete sulla strada per ritornare in pista e trovare, in questo caso si, una persona migliore.

Ma, e ci tengo a sottolinearlo, non sarà accaduto perché vi era dovuto ma perché ve lo siete guadagnato.

E lo stesso modo di ragionare si può e si deve applicare agli altri esempi fatti, se avete sbagliato un investimento la prossima volta studiate di più e meglio perché se avete perso dei soldi e non riuscite a capacitarvene vuol dire che non avevate analizzato tutte le possibilità ed i possibili esiti dell’investimento.

Se invece avete perso una partita per via di un colpo di sfortuna allora allenatevi più intensamente e fate in modo che la volta successiva un singolo colpo di sfortuna non possa condizionare l’intero risultato e vanificare tutti i vostri sforzi.

Nulla vi è dovuto ma tutto è possibile, tenetelo sempre a mente e, con impegno e programmazione, potrete realmente ottenere soddisfazioni che siano maggiori delle delusioni e riuscirete far diventare la vostra vita un gioco a somma positiva.

Per aiutarvi nel vostro percorso di crescita personale potete scaricare il mio ebook, totalmente gratuito, “Perché falliamo – Capire i propri fallimenti per costruire i futuri successi” nel quale vengono affrontati in maniera più approfondita molti degli argomenti di questo articolo e nel quale viene descritto un metodo per affrontare le future sfide che vi attendono.

 

® RIPRODUZIONE RISERVATA

Leave A Response

* Denotes Required Field