Come guadagnare con Internet (da subito) lavorando da freelancer su commissione

Come guadagnare con Internet (da subito) lavorando da freelancer su commissione

Qualche mese fa abbiamo aperto il filone della crescita economica trattando la vera rivoluzione che internet ha portato nelle nostre vite e dedicando un articolo alla possibilità di guadagnare aprendo un sito internet o un blog.

Nella nostra analisi avevamo visto come questa modalità avesse, in mezzo a tanti aspetti positivi, la propria pecca principale nel tempo necessario (da qualche settimana a qualche mese) prima di poter ottenere dei risultati (ovvero guadagni) concreti. E se la necessità di guadagnare del denaro fosse invece molto più immediata ed impellente?

Nessuna paura, nell’articolo di questa settimana parliamo infatti di come guadagnare con la rete sin da subito, lavorando quale freelancer su commissione, sfruttando quelle che sono le proprie passioni e soprattutto le proprie abilità.

Cosa significa lavorare da freelancer su commissione

Quando diciamo che è possibile guadagnare lavorando con internet da freelancer su commissione ci rivolgiamo a chiunque sia in grado di svolgere un’attività che non richieda la presenza fisica sul posto di lavoro e il cui output, o risultato finale, possa avere un potenziale compratore. Scrivere dei testi, disegnare dei loghi, programmare un’applicazione, fare ottimizzazione per i motori di ricerca, fare trascrizioni di file audio, fungere da assistente virtuale, gestire o programmare un database, fare delle traduzioni e chi più ne ha più ne metta.

Per ogni potenziale abilità esiste o potrebbe esistere qualcuno, magari dall’altra parte del mondo, disposto a pagare per usufruire dei vostri servizi. E non tra un mese o tra una settimana, ma proprio oggi.

Come trovare lavoro da freelancer?

Trovare lavoro come freelancer è molto, molto più semplice di quanto si possa immaginare e per farlo servono soltanto un pc, una connessione ad internet ed un po’ di pazienza e buona volontà. Da qualche anno infatti hanno fatto la loro comparsa sulla rete dei siti specializzati proprio nel mettere in contatto la domanda di servizi quali quelli elencati in precedenza (e molti altri) e la relativa offerta.

Fondamentalmente questi siti (dei principali farò un elenco in chiusura di articolo) permettono a chiunque di acquistare i servizi altrui o di vendere i propri, e come avrete capito è su questa seconda modalità di business che si basa l’articolo di oggi.

Al di là delle differenze che esistono tra i vari siti, il meccanismo di base che li accomuna è quello per il quale un freelancer che voglia vendere, ad esempio, il proprio servizio di realizzazione loghi per siti web si iscriva, inserendo una breve descrizione delle proprie attività, delle proprie competenze e delle proprie tariffe per eseguire un lavoro (fisse a prestazione oppure con importo orario). Alcuni di questi siti richiedono inoltre l’esecuzione di vari test online con lo scopo di meglio definire le reali capacità e competenze del freelancer che intende vendere i propri servizi.

Una volta registratosi e completato il proprio profilo secondo le richieste del sito, il freelancer potrà così ricevere delle proposte di collaborazione oppure candidarsi direttamente all’esecuzione di un lavoro inserito da parte di potenziali compratori.

La tipologia di lavori che vengono richiesti variano da quelli più semplici remunerati qualche dollaro o qualche euro fino ad arrivare a progetti di grandi dimensioni e con budget e remunerazioni più consistenti.

Tutto molto semplice vero? La realtà ovviamente è un po’ più complessa di quanto presentato e, per approfondire l’argomento, vediamo  i Pro e i Contro di questa modalità di lavoro, per arrivare alle conclusioni finali e permettervi di decidere se per voi si può trattare di un’opportunità da valutare o meno.

Pro e Contro di lavorare come freelancer

Prima di buttarsi a capofitto in una nuova avventura è bene sapere quali possono essere aspetti positivi e, soprattutto, negativi:

PRO:

  • E' possibile iniziare a guadagnare fin dal primo giorno di lavoro senza dover aspettare settimane o mesi per avere i primi risultati
  • Si può lavorare da qualsiasi luogo del mondo solo con il proprio PC
  • Si può lavorare solo quanto basta per soddisfare le proprie esigenze economiche, dato che i lavori sono definiti prima del loro inizio e per ognuno di essi è possibile stimare il tempo che sarà necessario e pianificare le proprie attività
  • A differenza di altri tipo di business su internet, lavorare come freelancer può garantire un introito sicuro, dato che una volta ottenuto un lavoro si è certi che svolgendolo correttamente si verrà pagati

CONTRO:

  • E' una tipologia di lavoro  che non permette di generare redditi passivi. Se un sito internet può farvi guadagnare anche mentre dormite o siete in vacanza, lavorando da freelancer guadagnerete solamente per quello che siete in grado di produrre
  • All'inizio potrebbe essere necessario costruirsi una reputazione lavorando sottocosto, dato che per essere selezionati per lavori più prestigiosi e con retribuzioni maggiori sarà necessario avere uno storico di clienti soddisfatti che abbiano lasciato dei feedback positivi
  • Il mercato è sviluppato prevalentemente su siti inglesi e quindi la conoscenza di questa lingua è indispensabile per ampliare il proprio bacino di potenziali clienti

Conclusioni

Dalla lettura dei pro e dei contro penso che si possa capire facilmente a chi è rivolta questa tipologia di lavoro, ossia a chi non ha tempo di aspettare settimane o mesi prima di guadagnare su internet. Per quanto riguarda il livello di professionalità necessario per potersi proporre quale freelancer ovviamente dipende dal vostro buonsenso. Programmare un’app è una tipologia di servizio molto specifica e da intraprendere solo in caso si abbia un’ottima conoscenza dell’argomento, mentre fare delle trascrizioni di file audio richiede un livello di professionalità (non di impegno) molto più contenuto.

Il consiglio è quello di lavorare inizialmente per un breve periodo a basso costo e costruirsi così una reputazione ma, in seguito, di abbandonare la logica della gara sul prezzo, dato che esistono freelancer di paesi dove la vita costa molto meno, che possono offrire i vostri stessi servizi a prezzi bassi. Insomma, meglio puntare sulla qualità.

Come promesso vi lascio con una lista di alcuni tra i principali siti che permettono di lavorare come freelancer, con qualche commento a supporto. L’ordine è casuale, sono tutti siti web famosi ed affidabili, e quindi il consiglio è quello di navigare un po’, provarli ed alla fine utilizzare quello che vi sembra essere il più chiaro e semplice da usare. Potete anche cercare pareri in rete, ma vi anticipo che troverete veramente di tutto dato che l’esperienza è soggettiva e riguarda ogni volta un venditore/acquirente differente e non un servizio erogato dal sito stesso.

Siti per freelancer

Odesk.com/Elance.com: due dei siti più famosi del mondo si sono recentemente uniti. La competizione qui è molto elevata e senza un’ottima reputazione è difficile vendere i propri servizi a prezzi decenti.

TopTal.com: sito per soli programmatori e nel quale è molto difficile farsi accettare. Una volta entrati come programmatori i lavori sono però pagati molto meglio che da altre parti.

Guru.com: competizione maggiormente spostata sulla qualità rispetto al prezzo e con molta concorrenza made in USA.

Freelancer.com: vedi quanto detto per Odesk/Elance, in ogni caso uno dei big del settore

Staff.com: sito maggiormente focalizzato su rapporti di lavoro a medio-lungo termine piuttosto che su lavori singoli

Scribox.it: sito italiano di compravendita di servizi editoriali. Se scrivere (in italiano) è il vostro forte potete sicuramente partire da qui

 ®RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Comment

Leave A Response

* Denotes Required Field